Il gattonamento come fase di crescita

Perché è così importante ed è una tappa che non va trascurata?

Vi faccio un breve esempio: la mia fase di gattonamento è stata saltata, per vari motivi probabilmente

ma ad oggi mi rendo conto, studiando e prendendo in esame me prima di tutto che

alcuni miei atteggiamenti derivano da ciò, come quando faccio fatica nel fare esercizi incrociati o 
litigo con mio marito perché leggo i numeri al contrario e in maniera inversa.

Molti studi di neuropsicomotricisti statunitensi hanno approfondito l’argomento
poiché molti genitori spesso sostengono che il loro bambino ha saltato questa tappa o 
l’ha eseguita in maniera scorretta. 


E’ stato dimostrato che GATTONARE è estremamente importante per lo sviluppo motorio e cognitivo,
non è una fase della crescita di serie B ma è un periodo durante il quale il bambino comincia

a sviluppare capacità che sono dei requisiti per i futuri apprendimenti e per lo sviluppo emotivo e sociale. 

I benefici del GATTONAMENTO sono molti, andiamo a vederne alcuni: ⤵️

  • Aumenta la coordinazione occhio-mano prima e successivamente mano-occhio-piede-corpo;
  • Impara a sviluppare la visione binoculare, il meccanismo grazie al quale percepiamo ciò che vediamo come un’immagine unica nonostante lo stimolo visivo ci arrivi da due fonti diverse;
  • Sviluppa la propriocezione: impara a percepire la posizione del corpo nello spazio e il grado di contrazione dei propri muscoli anche senza l’aiuto visivo e rafforza i muscoli del tronco, delle spalle e delle mani.
  • Sviluppa le funzioni cognitive, i movimenti richiesti per gattonare portano i due lati del cervello ad interagire e a comunicare tra loro attraverso scambi elettrici, creando aree di informazioni importanti per la maturazione delle diverse funzioni cognitive
  • Aumenta la fiducia in se stesso;
  • Sviluppa lo schema crociato, ovvero la funzione neurologica per cui il braccio destro si muove in sincronia con la gamba sinistra e viceversa.

Un bambino che gattona rappresenta un progresso sia a livello fisico che neurologico, 
muoversi in questo modo lo prepara anche a sviluppare successivamente
competenze più complesse, come ad esempio la capacità di leggere e scrivere.

Ecco, questo per dirvi non è importante anticipare le tappe motorie quanto raggiungerle quando si è veramente pronti.


Come vi sottolineo sempre durante le nostre consulenze in negozio, le fasi di crescita sono uguali per tutti ma ognuno ha i suoi tempi e modi.

 

Rossana