Spedizione gratuita con una spesa minima di 69,90€ - RESO GRATUITO

Pratichi il riciclo delle scarpe per bambini usate?Non farlo!


Sappiamo che i bambini crescono velocissimi ed i vestiti diventano piccoli in meno di una stagione. Cappotti, pantaloni, t-shirt e altri vestiti vengono conservati per essere riciclati per i fratelli più piccoli.

E le scarpe? È giusto riutilizzare delle scarpe già “vissute” da un altro bambino?

Le scarpe non possono essere riciclate da un bambino all’altro.

Anche se sono state usate poco rischi di far stare scomodo tuo figlio e, in alcuni casi, di creare qualche lieve danno.

Le motivazioni sono sia di carattere igienico che tecnico.

Innanzi tutto devi sapere che i bambini, fino all’adolescenza, non sudano dalle ascelle ma soprattutto dai piedi.

Le scarpe assorbono.

Per questo motivo la maggior parte dei modelli ha il sottopiede estraibile. Rimuoverlo ti dà la possibilità di lavarlo, arieggiarlo o sostituirlo nel caso in cui il sudore del bambino sia particolarmente acido e provochi il deterioramento precoce del sottopiede.

Va da sé che se le scarpe non sono state mantenute pulite c’è il rischio di trasmissione di micosi o funghi tra i bambini.

La stessa sudorazione dei piedi, il calore emesso dal corpo e la pressione esercitata dal peso fanno sì che le scarpe si modellino adattandosi alla forma “unica” di ciascun piede. I piedi consumano le scarpe in punti diversi, a seconda di dove ricevono la spinta, conferendo una forma “personalizzata”.

Hai mai provato a portare le scarpe consumate da qualcun altro anche per poco tempo? Le hai trovate comode? A maggior ragione non devi sottoporre i tuoi figli alla stessa pratica.

Anche le scarpine primi passi seguono la stessa logica, anzi il discorso è ancora più delicato poiché forniscono le basi non solo per la camminata futura ma anche per una giusta postura. Iniziare i primi passi con delle scarpe già consumate, indossate e quindi modellate sul piede di un altro bambino, potrebbe non solo essere una soluzione scomoda ma creare fastidio e danni.

Le scarpe per bambini quindi non vanno mai riciclate?

NO, MAI tranne nei seguenti casi:

-le scarpine da culla per esempio, avendo soprattutto una funzione estetica, potranno assolutamente essere riciclate;

-scarpe per le occasioni speciali indossate poche volte; un paio di ballerine o scarpe eleganti da cerimonia per esempio potranno anche essere prestate, o riusate dal fratellino.

Le calzature più usate e vissute invece non dovrebbero mai cambiare proprietario. Così come le scarpe primi passi che, anche se non sono state usate molto, avranno accompagnato uno dei momenti più delicati nella vita di un bambino e non andrebbero prestate, ne’ riciclate.

Se hai qualche domanda o commento scrivici di seguito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla NewsLetter

Scegli il tuo prodotto

Seguici su Facebook

× Chat